Theriaka e Alexipharmaka, di Nicandro

Bibliothèque nationale de France, Parigi




Segnatura: Supplément grec 247.
Data: X Secolo.
Misure: 125 x 160 mm.
96 pagine, 41 miniature.
Rilegatura in pelle marrone marmoreo con costola rossa.
Astuccio in pelle.
Volume di commento a colori (372 pag.) a cura di Jean Pierre Angremy (Académie Française, Chairman of the Bibliothèque nationale de France), Alain Touwaide (Institute for the Preservation of Medical Traditions and Smithsonian Institution), Christian Förstel (Bibliothèque nationale de France) e Grégoire Aslanoff (Université de Paris I - Panthéon - Sorbonne).
«Quasi-originale», edizione prima, unica ed irripetibile, limitata a 987 esemplari autentificati con atto notarile.
ISBN: 978-84-88526-30-4

Segnatura: Supplément grec 247.
Data: X Secolo.
Misure: 125 x 160 mm.
96 pagine, 41 miniature.
Rilegatura in pelle marrone marmoreo con costola rossa.
Astuccio in pelle.
Volume di commento a colori (372 pag.) a cura di Jean Pierre Angremy (Académie Française, Chairman of the Bibliothèque nationale de France), Alain Touwaide (Institute for the Preservation of Medical Traditions and Smithsonian Institution), Christian Förstel (Bibliothèque nationale de France) e Grégoire Aslanoff (Université de Paris I - Panthéon - Sorbonne).
«Quasi-originale», edizione prima, unica ed irripetibile, limitata a 987 esemplari autentificati con atto notarile.
ISBN: 978-84-88526-30-4




Volume di commento

Theriaka e Alexipharmaka, di Nicandro Bibliothèque nationale de France, Parigi


Formato: 220x 300 mm
Pagine: 372
Illustrazioni: 65
Lingua: spagnolo
ISBN: 978-84-88526-29-8

Contenido:

Del editor al lector

Prefacio
Jean Pierre Angremy (Académie Française, Presidente de la Bibliothèque nationale de France)

Introducción
Alain Touwaide (Consejo Superior de Investigaciones Científicas)

Nicandro y su obra
Alain Touwaide

Estudio codicológico
Christian Förstel (Bibliothèque nationale de France)

La ilustración del Supplément Grec 247
Grégoire Aslanoff (Université de Paris I - Panthéon - Sorbonne)

Los poemas de Nicandro y el Parisinus en las ciencias médicas de Bizancio
Alain Touwaide

Traducción de los Theriaka y Alexipharmaka
Alain Touwaide

Notas de edición y de filología
Alain Touwaide






Descrizione

Theriaka e Alexipharmaka, di Nicandro Bibliothèque nationale de France, Parigi


Medico, poeta e grammatico, Nicandro di Colofone visse nel II secolo avanti Cristo, alla corte di Atala III, re di Pergamo. I suoi Theriaka parlano dei morsi di animali selvatici, serpenti e insetti velenosi; gli Alexipharmaka, di altri veleni di origine vegetale e minerale, come anche delle precauzioni da prendere e i rimedi propri per guarirne. Le formule magiche, che contengono da 50 a 60 sostanze, furono aumentate da Mitridate, soprattutto con oppio ed erbe aromatiche, da Critone, il medico di Traiano, e specialmente da Andromaco, il medico di Nerone.

Le opere conservate nel manoscritto parigino sono due poemi che appartengono al genere chiamato didattico, caratterizzato dalla presentazione di un contenuto scientifico reso più accessibile (e in ogni modo più facilmente memorizzabile) tramite la versificazione. I Theriaka sono l’insieme di dati buoni a sapersi per poter fronteggiare gli avvelenamenti da parte di serpenti, scorpioni e altri animali marini, aerei o terrestri, capaci di inoculare veleno tramite morso o puntura. Questi dati possono venire divisi in tre categorie fondamentali: la descrizione fisica e l’etologia degli animali velenosi, i sintomi dei morsi e delle puntura, e infine i trattamenti per gli avvelenamenti.

Gli Alexipharmaka, d’altra parte, sono costituiti da 630 versi che trattano i veleni assunti per via orale (e non più per via intracutanea, come nei Theriaka). Questi veleni, ventuno, appartengono ad ogni tipo naturale: vegetali, animali e minerali. Lo studio si basa sulla specificità delle azioni tossiche e, quindi, delle terapie. Gli Alexipharmaka sono ben strutturati, grazie ad una sistematica divisione tripartita delle parti dedicate a ognuno dei veleni: descrizione fisica della soluzione in cui il veleno si mescola, quadro clinico dei sintomi post-avvelenamento ed enumerazione delle specifiche terapie.

“Le miniature hanno contribuito ampiamente alla notorietà di questo manoscritto. Non solo è l’unico esemplare illustrato dell’opera di Nicandro arrivata ai nostri giorni: le eleganti figure umane che accompagnano le immagini zoologiche e botaniche danno al piccolo volume originalità e un fascino specifico. Dei quarantotto fogli che compongono il codice, quaranta includono miniature che illustrano i trattati dedicati ai veleni, come anche agli antidoti. D’accordo con le abitudini antiche, le immagini senza cornice né bordo ornamentale interrompono il testo. Seguono con abbastanza fedeltà la struttura generale del poema, dove si mescolano descrizioni di animali, ricette di antidoti a base di piante o minerali e digressioni che evocano racconti mitologici.”

Grégoire Aslanoff
Autore dello studio iconografico



We use private and third party cookies to improve our services by analyzing your browsing habits. If you continue to browse, we consider that you accept its use. Learn more x