Libro d’Ore di Giovanna I di Castiglia, Giovanna la Pazza

British Library, Londra




Segnatura: Add. Ms. 35313.
Data: 1500 c.
Misure: ± 237 x 163 mm.
482 pagine miniate e 75 miniature a pagina intera.
Rilegatura in pelle marrone con impressioni in oro.
Astuccio in pelle.
Volume di commento a colori (432 pag.) a cura di Carlos Miranda García-Tejedor (Doctor in History).
«Quasi-originale», edizione prima, unica ed irripetibile, limitata a 987 esemplari autentificati con atto notarile.
ISBN: 978-84-96400-16-0


Libro d’Ore di Giovanna I di Castiglia, Giovanna la Pazza

Segnatura: Add. Ms. 35313.
Data: 1500 c.
Misure: ± 237 x 163 mm.
482 pagine miniate e 75 miniature a pagina intera.
Rilegatura in pelle marrone con impressioni in oro.
Astuccio in pelle.
Volume di commento a colori (432 pag.) a cura di Carlos Miranda García-Tejedor (Doctor in History).
«Quasi-originale», edizione prima, unica ed irripetibile, limitata a 987 esemplari autentificati con atto notarile.
ISBN: 978-84-96400-16-0




Commentary volume

Volume di commento

Libro d’Ore di Giovanna I di Castiglia, Giovanna la Pazza British Library, Londra


Formato: 210 x 300 mm
Pagine: 432
Illustrazioni: 352
Lingua: Inglese
ISBN: 978-84-96400-15-3

SOMMARIO:

From the editor to the reader
The social aspects and production of books of hours in late fifteenth-century Flanders
The Hours of Joanna of Castile: A regal masterpiece created by two ateliers
Iconographic analysis
Carlos Miranda García-Tejedor (Doctor in History)
Notes
Bibliography


Libro d’Ore di Giovanna I di Castiglia, Giovanna la Pazza British Library, Londra




Descripcion

Descrizione

Libro d’Ore di Giovanna I di Castiglia, Giovanna la Pazza British Library, Londra


Le miniature di questo eccezionale libro d’ore sono opera di Gerard Horenbout, il miglior miniaturista fiammingo del sec. XVI, e di Sanders Bening e la sua bottega, che miniarono la maggior parte dei ritratti del Suffragio ai Santi.

Le miniature si caratterizzano per il loro realismo tridimensionale e la grande sofisticazione, soprattutto in quelle che illustrano il ciclo della Passione. La carica emotiva dei volti, la vivacità e il realismo delle scene miniate fanno sì che questo codice sia una delle opere più impressionanti dell’arte fiamminga.

Dalla sontuosità del manoscritto si arguisce che fu un incarico reale. I riferimenti a San Giovanni Battista, San Giovanni Evangelista, S. Ildefonso e S. Isidoro sono tutti diretti a una persona della famiglia reale spagnola: Giovanna I di Castiglia, Giovanna la Pazza.



Non c'è ancora una valutazione

Vedi più recensioni ()

Preferencias sobre cookies

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios mediante el análisis de sus hábitos de navegación. Haz click AQUÍ para más información sobre nuestra política. Puedes aceptar todas las cookies pulsando el botón "Aceptar" o configurarlas o rechazar su uso haciendo click AQUÍ.