Lazzat al-nisâ (Il piacere delle donne)  

f. 18r


Indietro

Viaggiarono tutta la notte, e la sposa del principe disse: “Sono stanca di cavalcare senza dormire. Scendiamo e riposiamoci un po'.” Più tardi si addormentò. Nel frattempo, il principe era immerso nelle sue riflessioni. Quando la sua sposa si svegliò lui, si addormentò. All’improvviso apparve un yogin, e mentre si avvicinava alla donna incominciò a suonare e a cantare. La donna velata s’innamorò di lui…

 

Traduzione del testo del Lazzat al-nisâ realizzata da:
Willem Floor (libero ricercatore)
Hasan Javadi (Università della California, Berkeley)
Hormoz Ebrahimnejad (Università di Southampton)


Lazzat al-nisâ (Il piacere delle donne)   f. 18r

Indietro

f. 18r

Viaggiarono tutta la notte, e la sposa del principe disse: “Sono stanca di cavalcare senza dormire. Scendiamo e riposiamoci un po'.” Più tardi si addormentò. Nel frattempo, il principe era immerso nelle sue riflessioni. Quando la sua sposa si svegliò lui, si addormentò. All’improvviso apparve un yogin, e mentre si avvicinava alla donna incominciò a suonare e a cantare. La donna velata s’innamorò di lui…

 

Traduzione del testo del Lazzat al-nisâ realizzata da:
Willem Floor (libero ricercatore)
Hasan Javadi (Università della California, Berkeley)
Hormoz Ebrahimnejad (Università di Southampton)


Preferencias sobre cookies

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios mediante el análisis de sus hábitos de navegación. Haz click AQUÍ para más información sobre nuestra política. Puedes aceptar todas las cookies pulsando el botón "Aceptar" o configurarlas o rechazar su uso haciendo click AQUÍ.