Libro della Felicità

f. 12v, Segno dei Gemelli: Giove, Marte e il Sole. Manoscritto turco ottomano del 1582, Suppl. turc 242 - Bibliothèque Nationale de France, Parigi

Indietro

f. 12v, Segno dei Gemelli: Giove, Marte e il Sole

Il segno zodiacale dei Gemelli raramente appare illustrato nell’arte islamica da due figure identiche, essendo la sua forma iconografica più frequente quella di una coppia di siamesi separati soltanto dalle spalle. Qui i Gemelli sono seduti di fronte, con le gambe piegate ed indossano una lunga tunica rossa ricamata d’oro. Le mani delle due braccia sollevate sostengono un piccolo oggetto rotondo, probabilmente il simbolo di una stella della costellazione astrologica dei Gemelli. Con l’altra mano le due figure si circondano la vita reciprocamente e si guardano con affetto fraterno. Il pianeta Mercurio si rivolge verso i Gemelli sebbene il suo aspetto riveli una certa indifferenza, dovuta anche al suo apparire come un personaggio ritto, alto e longilineo, che domina sempre il segno sedente. Veste un caftano lungo con le maniche molto larghe, tunica sottostante di colore rosso ed un grande turbante che termina con una estremità sciolta. Nella mano destra sostiene il rotolo comune agli amanuensi, ed è curioso che da entrambi i lati di una tasca vi spuntino quella che sembra essere una penna di metallo ed un calamaio con una penna di canna appesa in diagonale. I pianeti reggenti le decadi sono: Giove, un uomo barbuto con un grande turbante, che potrebbe recitare versetti coranici o poesie del libro che tiene poggiato sul ginocchio, Marte, con una picca e una testa tagliata, e il Sole.

Stefano Carboni
The Metropolitan Museum of Art
Conservatore allegato del Dpto. di Arte islamico


We use private and third party cookies to improve our services by analyzing your browsing habits. If you continue to browse, we consider that you accept its use. Learn more x