Cantico dei Cantici

Códice Alcaíns

Cantico dei Cantici Códice Alcaíns

Otto capitoli formano questo libro: due innamorati che amoreggiano, un deserto di pastori e luoghi dai nomi sonori, palme e torri, cervi e colombe. Poco più di tutto questo, ma la poesia di ogni sua frase, così lieve ed intensa, ci fa pensare che queste furono le prime parole d’amore pronunciate sulla faccia della terra.
Non c’è azione nel libro. Illustrandolo volli che i disegni raccogliessero la bellezza delle parole e la riflettessero in colori, linee, amanti felici – lei mora, perché il sole la guardò...
Tra le traduzioni esistente in castigliano, senza dubbio quella di Fray Luis de León è quella che meglio trasmette la grazia arcaica di questi dialoghi. Questa fu la prescelta. Queste pagine non pretendono altro che cantare l’amore, vestendolo con i suoi migliori fregi.

Javier Alcaíns



Consiglia

We use private and third party cookies to improve our services by analyzing your browsing habits. If you continue to browse, we consider that you accept its use. Learn more x