Libro d’Ore di Luigi d’Orleans

Biblioteca Nazionale di Russia, San Pietroburgo




Segnatura: Lat. Q.v.I.126.
Data: 1490.
Misure: ± 215 x 147 mm.
232 pagine, 90 miniature con ricca decorazione ai margini.
Rilegatura in velluto color porpora.
Astuccio in pelle.
Volume di commento (320 pag.) a cura di Ana Domínguez Rodríguez (Universidad Complutense of Madrid) e Carlos Miranda García (Doctor in History).
«Quasi-originale», edizione prima, unica ed irripetibile, limitata a 987 esemplari autentificati con atto notarile.
ISBN: 978-84-88526-74-8
Libro d’Ore di Luigi d’Orleans Biblioteca Nazionale di Russia, San Pietroburgo Biblioteca Nazionale di Russia, San Pietroburgo

Segnatura: Lat. Q.v.I.126.
Data: 1490.
Misure: ± 215 x 147 mm.
232 pagine, 90 miniature con ricca decorazione ai margini.
Rilegatura in velluto color porpora.
Astuccio in pelle.
Volume di commento (320 pag.) a cura di Ana Domínguez Rodríguez (Universidad Complutense of Madrid) e Carlos Miranda García (Doctor in History).
«Quasi-originale», edizione prima, unica ed irripetibile, limitata a 987 esemplari autentificati con atto notarile.
ISBN: 978-84-88526-74-8




Volume di commento

Libro d’Ore di Luigi d’Orleans Biblioteca Nazionale di Russia, San Pietroburgo


Formato: 248 x 326 mm
Pagine: 318
Illustrazioni: 289
Lingua: Spagnolo e Inglese
ISBN: 978-84-88526-73-1

SOMMARIO:

From the editor to the reader

The Book of Hours of Louis of Orléans
Ana Domínguez Rodríguez (Universidad Complutense of Madrid)

The miniatures in the Book of Hours of Louis of Orléans
Carlos Miranda García (Doctor in History)

Bibliography






Descrizione

Libro d’Ore di Luigi d’Orleans Biblioteca Nazionale di Russia, San Pietroburgo


In questo straordinario libro d’ore troviamo un calendario di tipo agostiniano che cita l’anno di realizzazione, 1490. Contiene anche le ore della Vergine, i salmi penitenziali, la litania, la funzione dei morti, le ore della Croce, le ore dello Spirito Santo, le ore della Trinità, preghiere, letture dei Vangeli, e le Sette Richieste al Salvatore. La menzione a San Luigi, l’autografo di Luigi d’Orleans, futuro re Luigi XII e il ritratto del f. 11v indicano che il manoscritto gli appartenne e fu sicuramente incaricato da lui.

La miniatura di questo piccolo manoscritto, opera di Jean Colombe e della bottega, è veramente eccezionale sia per l’elaborato concetto illustrativo, ricco e vario, caratteristica rara nei libri d’ore, sia per i sontuosi margini floreali. Questi, a volte, sono divisi in sezioni con grotteschi, volatili, animali e varie diciture. L’artista ha una fervida immaginazione, una tecnica virtuosistica e un dominio totale dell’armonia compositiva, realizzando così un’opera maestra.



We use private and third party cookies to improve our services by analyzing your browsing habits. If you continue to browse, we consider that you accept its use. Learn more x