Libro del Tesoro

Libro del Tesoro Della scimmia e la tigre f.59r

Indietro

Della scimmia e la tigre f.59r

Le illustrazioni dei capitoli sugli animali di questo codice sono piccole, dello stile di quelle che si trovano, dalla metà del secolo XIII, nei fastosi roman francesi e i bestiari in lingua vernacola. Solo un animale, il leone, ha diritto a una maiuscola decorata di grande dimensione con delle estensioni floreali. Per tutte le altre illustrazioni, la maiuscola è una lettera d’oro piccola coperta di filigrana bianca e su uno sfondo colorato. Gli animali sono dipinti con toni naturali, marrone scuro e grigio, che contrastano con il colore vivo delle figure umane e degli alberi. Tutto è rappresentato su uno sfondo sfumato in azzurro e minio.

Ventuno composizioni, in gran parte di mammiferi, alludono a una storia narrata nel testo. Le altre si limitano a mostrare l’animale sulla terra o in acqua a seconda dei casi; gli uccelli rapaci su un trespolo. Sei delle miniature a contenuto narrativo presentano un disegno tipico delle illustrazioni del bestiario. Si vedono così il capodoglio, lo struzzo, il castoro, l’elefante, la scimmia e la tigre (f. 59r) ingannata dagli specchi mentre un uomo esce correndo con il suo cucciolo. È interessante quest’ultima scena poiché in quasi tutti gli altri esempi che si conoscono di questa scena l’uomo va a cavallo.
Oltre a figurare nelle miniature inserite nell’articolo specifico della sezione di “storia naturale” (f. 59r), le scimmie sono rappresentate o come figure isolate nella ramatura dell’ornamentazione, o come personaggi di alcune scene. Sono essenzialmente scene del ‘mondo alla rovescia’ nelle quali le scimmie imitano le occupazioni e i passatempi delle persone. 

We use private and third party cookies to improve our services by analyzing your browsing habits. If you continue to browse, we consider that you accept its use. Learn more x