Gran Libro d’Ore d’Anna di Bretagna

San Luca presenta il ritratto della Vergine, f. 19v


Indietro

San Luca, l’evangelista che meglio ha saputo far conoscere la Vergine Maria, è stato rappresentato mentre mostra un ritratto della Madre di Dio. Infatti, già da data posteriore all’anno 600, si è creduto che questo evangelista fosse anche pittore; la tradizione sostiene perfino che dipinse un ritratto della Vergine, e questo è il momento che Gérard Horenbout scelse per rappresentare l’evangelista nel Libro d’ore di Giovanna I di Castiglia (f. 12v).
A destra appare il toro, il suo animale emblematico.
La decorazione architettonica, di stile italiano, deriva dalla scaena frons romana, motivo utilizzato nei ritratti d’autore per aumentare lo splendore decorativo del dipinto e l’importanza del personaggio.

Gran Libro d’Ore d’Anna di Bretagna San Luca presenta il ritratto della Vergine, f. 19v

Indietro

San Luca presenta il ritratto della Vergine, f. 19v

San Luca, l’evangelista che meglio ha saputo far conoscere la Vergine Maria, è stato rappresentato mentre mostra un ritratto della Madre di Dio. Infatti, già da data posteriore all’anno 600, si è creduto che questo evangelista fosse anche pittore; la tradizione sostiene perfino che dipinse un ritratto della Vergine, e questo è il momento che Gérard Horenbout scelse per rappresentare l’evangelista nel Libro d’ore di Giovanna I di Castiglia (f. 12v).
A destra appare il toro, il suo animale emblematico.
La decorazione architettonica, di stile italiano, deriva dalla scaena frons romana, motivo utilizzato nei ritratti d’autore per aumentare lo splendore decorativo del dipinto e l’importanza del personaggio.

Preferenze per i cookie

Utilizziamo cookie propri e di terzi per migliorare i nostri servizi analizzando le vostre abitudini di navigazione. Per ulteriori informazioni è possibile leggere la nostra politica sui cookie. È possibile accettare tutti i cookie facendo clic sul pulsante Accetta oppure configurare o rifiutare il loro utilizzo facendo clic QUI.