Salterio Glossato

f. 49r, salmo 29  Ti esalterò, Signore, perché tu mi hai tratto in salvo


Indietro

Sopra, tra Sole e Luna, la mano di Dio benedice da una nuvola; sotto, il salmista tiene due rotoli (v. 2, Exaltabo te Domine quoniam suscepisti me // Ti esalterò, Signore, perché tu mi hai tratto in alto; v. 9, Ad te Domine clamabo, et ad Deum meum deprecabor // Io griderò a te, Signore, e al mio Dio supplicherò). Sotto, tre demoni spingono con le loro forche varie teste fino alle fiamme dell’inferno, mentre sotto c’è la mano di Dio e di Gesù, che porta un bastone con croce in una mano e con l’altra tira un uomo estraendolo da un sarcofago; due angeli che sostengono i rispettivi libri, uno aperto e uno chiuso, rimangono accanto a lui (v. 4, Domine eduxisti ab inferno animam meam: salvasti me a descendentibus in lacum // Signore, mi hai fatto risalire dagli inferi: mi hai salvato da coloro che scendono nella fossa). Sotto la Luna, un uomo seduto tiene un filatterio e si porta una mano alla testa, afflitto, in contrapposizione al salmista che sta sotto al Sole nella parte destra dell’illustrazione (v. 6, (A)d vesperum demorabitur fletus, et ad matutinum leticia // Durante la notte avrà il pianto e al mattino la letizia; v. 8, Avertisti faciem tuum et factus sum conturbatus // Nascondesti la tua faccia e rimasi smarrito). Sotto di esso si osserva un gruppo di tre personaggi che portano libri e filatteri. (v. 5, Psallite Domino sancti eius, et confitemini memorie sanctitatis eius // Cantate lodi al Signore, voi suoi santi, e celebrate la sua Santità).

Salterio Glossato f. 49r, salmo 29  Ti esalterò, Signore, perché tu mi hai tratto in salvo

Indietro

f. 49r, salmo 29  Ti esalterò, Signore, perché tu mi hai tratto in salvo

Sopra, tra Sole e Luna, la mano di Dio benedice da una nuvola; sotto, il salmista tiene due rotoli (v. 2, Exaltabo te Domine quoniam suscepisti me // Ti esalterò, Signore, perché tu mi hai tratto in alto; v. 9, Ad te Domine clamabo, et ad Deum meum deprecabor // Io griderò a te, Signore, e al mio Dio supplicherò). Sotto, tre demoni spingono con le loro forche varie teste fino alle fiamme dell’inferno, mentre sotto c’è la mano di Dio e di Gesù, che porta un bastone con croce in una mano e con l’altra tira un uomo estraendolo da un sarcofago; due angeli che sostengono i rispettivi libri, uno aperto e uno chiuso, rimangono accanto a lui (v. 4, Domine eduxisti ab inferno animam meam: salvasti me a descendentibus in lacum // Signore, mi hai fatto risalire dagli inferi: mi hai salvato da coloro che scendono nella fossa). Sotto la Luna, un uomo seduto tiene un filatterio e si porta una mano alla testa, afflitto, in contrapposizione al salmista che sta sotto al Sole nella parte destra dell’illustrazione (v. 6, (A)d vesperum demorabitur fletus, et ad matutinum leticia // Durante la notte avrà il pianto e al mattino la letizia; v. 8, Avertisti faciem tuum et factus sum conturbatus // Nascondesti la tua faccia e rimasi smarrito). Sotto di esso si osserva un gruppo di tre personaggi che portano libri e filatteri. (v. 5, Psallite Domino sancti eius, et confitemini memorie sanctitatis eius // Cantate lodi al Signore, voi suoi santi, e celebrate la sua Santità).

Preferenze per i cookie

Utilizziamo cookie propri e di terzi per migliorare i nostri servizi analizzando le vostre abitudini di navigazione. Per ulteriori informazioni è possibile leggere la nostra politica sui cookie. È possibile accettare tutti i cookie facendo clic sul pulsante Accetta oppure configurare o rifiutare il loro utilizzo facendo clic QUI.